Cerca

STRUMENTI UTILI PER LA GESTIONE IN SICUREZZA DEI LABORATORI

Il Kit è una raccolta di documenti (Istruzioni operative, modulistica ed app.), utili ai RADRL/Preposti per la corretta gestione del laboratorio nel rispetto delle procedure di sicurezza.                  

                 Esso è composto da:


    • N° 1 app in formato Excel per la valutazione del livello di conformità del laboratorio.
    • N° 1 istruzione operativa (IOP) contenente indicazioni per la gestione controllata degli accessi in laboratorio
    • N° 1 format per la redazione del verbale di coordinamento in caso di rischi di interferenti nelle attività di laboratorio.
    • N° 2 istruzioni operative (IOP) contenenti indicazioni relative alle norme generali di comportamento in laboratorio e in caso specifico di emergenza.
    • N° 19 Linee guida elaborate dal Servizio di Prevenzione e Protezione di Ateneo al fine di promuovere comportamenti corretti all’interno dei laboratori.
    • N° 2 Cartelli segnaletici quali format di riferimento per informare tutti gli utenti in merito ai rischi relativi alle attività e alle attrezzature/macchinari.

 

Rispondendo ad una serie di semplici quesiti i RADRL/Preposti potranno valutare in autonomia il livello di sicurezza del laboratorio. La disponibilità di tale strumento, debitamente compilato, permetterà di interagire rapidamente con il SPP per ottenere supporto finalizzato al miglioramento e al superamento delle situazioni di NON conformità. Lo strumento potrà anche essere utilizzato come check list per monitorare e tenere sotto controllo periodicamente la conformità alle vigenti norme in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro del laboratorio.

App di Autovalutazione

L’istruzione operativa, denominata “ripre.iop.aclab”, rappresenta la linea guida di riferimento per gestire gli accessi dei lavoratori equiparati ai laboratori.
Con essa vengono definiti gli step procedurali finalizzati al rilascio del nulla osta per poter iniziare le attività laboratoriali. Per ogni step sono riportate le indicazioni relative ai responsabili di processo, alle specifiche modalità
operative e alla modulistica a supporto dei responsabili stessi.

Il format denominato “ripre.mod.risin”, propone gli step procedurali per coordinare le attività che comportano l’uso condiviso da parte di più RADRL/preposti di spazi, attrezzature, sostanze e agenti o nei casi di esercitazioni scientifico-tecnologiche a supporto dei corsi che prevedono attività didattiche pratiche in laboratori comuni.

I documenti sono presentati in forma di brochure per migliorarne il livello di leggibilità e facilitarne la distribuzione.

La raccolta è costituita dalle istruzioni operative di base, elaborate dal Servizio di Prevenzione e Protezione di Ateneo al fine di promuovere comportamenti corretti sugli aspetti organizzativi e procedurali relativi alle seguenti tematiche:

Rischi di natura igienico ambientale

Rischio Chimico

Rischio Biologico

Rischio Cancerogeno

Rischi di natura infortunistica

Rischi Trasversali

Sorveglianza Sanitaria

La segnaletica esterna di laboratorio e la segnaletica di attrezzature, rispettivamente denominate “ripre.mod.seges” e “ripre.mod.segat”, costituiscono i format di riferimento per informare tutti gli utenti in merito ai rischi relativi alle attività e alle attrezzature/macchine, mediante segnali di avvertimento e di obbligo.
Il modello “ripre.mod.seges” dovrà essere compilato con i dati richiesti e installato all’ingresso del
laboratorio.
Il file “ripre.mod.segat” dovrà essere predisposto per le attrezzature pericolose tenendo conto dei rischi ad
essi associati.

La SSA (SSA.Scheda sicurezza attrezzatura) rappresenta un promemoria sintetico dei contenuti del manuale delle attrezzature, destinato agli utilizzatori formati e addestrati per l’uso delle stesse.

Nel format sono riportate le istruzioni per la compilazione, in particolare sono richieste le seguenti informazioni:

  • inserimento matricola/modello e CIUP (codice identificativo dell’Unità Produttiva);
  • descrizione generica dell’attrezzatura e foto;
  • riferimento alle principali norme e l’indicazione dei i rischi ad essa associati;
  • individuazione dal manuale delle misure di prevenzione e protezione (prima, durante e dopo l’uso);
  • indicazione dei dispositivi di protezione individuali necessari e le relative norme tecniche.

Si ricorda le schede non sono sostitutive dei manuali d’uso che comunque devono essere presenti e disponibili ma, costituiscono un promemoria immediato delle principali informazioni di sicurezza estrapolate dal manuale stesso.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari al suo funzionamento. Per maggiori dettagli, consulta la nostra Cookie Policy. Continuando la navigazione, acconsenti all’uso di questi cookie.